Saltar al contenido

Pasta classica: Il miglior cacio e pepe di Roma

Questa classica trattoria in una delle zone più residenziali di Prati merita una visita se siete alla ricerca di un vero e proprio pezzo di cacio e pepe 2cuisine romano e servizio idem (che non è male, ma tipicamente romano: il vostro cameriere non sarà particolarmente educato o accomodante ma vi servirà comunque con una battuta e un sorriso).

Mangerete in mezzo ai romani che lavorano o vivono nella zona e vengono qui per il buon rapporto qualità-prezzo. La loro versione di cacio e pepe è accompagnata da tonnarelli fatti in casa (un tipo di pasta che assomiglia agli spaghetti, ma che ha più sapore) ed è cremosa come dovrebbe essere. Se venite durante una giornata calda, non dimenticate di godervi la loro ampia terrazza.

Roscioli, Trevi
Roscioli è un nome rinomato a Roma: la famiglia ha iniziato il forno (un forno dove si trova una delle migliori pizze di Roma) nel 1824 e, grazie al loro successo, da allora ha aperto nuovi locali per ampliare il suo assortimento. Oggi, nel raggio di 100 metri, tra Campo dei Fiori e Via Arenula, si trovano il forno, il ristorante e l’enoteca.

Al Ristorante Salumeria Roscioli troverete tutti i classici romani, dal cacio e pepe alla carbonara. La loro versione di cacio e pepe è fatta con i tonnarelli. Invece di usare solo pecorino, Roscioli aggiunge all’impasto un po’ di formaggio di Moliterno. Il piatto è preparato con pepe malese, oltre a un po’ di pepe di Giava e di Sarawakan che viene aggiunto alla fine.

Il mix di ingredienti specifici di Roscioli dà a questa versione quel piccolo extra, rendendola un piatto semplice ma sensazionale e sicuramente uno dei migliori cacio e pepe di Roma.

Flavio al Velavevodetto, Testaccio
cacio e pepe 3Questa osteria di Testaccio è specializzata nella cucina romana e propone tutti i classici: polpette di carne, puntarelle, carciofo alla giudia e, naturalmente, classici della pasta come carbonara, amatriciana e cacio e pepe.

Lo chef e ristoratore Flavio De Maio serve la sua versione del cacio e pepe con pecorino romano, pepe nero, un po’ di acqua di cottura della pasta e un po’ di olio d’oliva, dando al piatto la giusta dose di piccantezza.

Da Felice, Testaccio
Se cercate una versione di cacio e pepe a Roma un po’ più di alta gamma ma altrettanto autentica, dovreste provare la versione di Felice a Testaccio: questo ristorante fa senza dubbio una delle migliori versioni di questo classico della città. Si tratta di un ristorante romano di vecchia scuola che dal 1936 serve classici locali e che è diventato una vera e propria istituzione nel quartiere e nel resto della città.

Un’altra cosa che fa risaltare il cacio e pepe di Felice è il fatto che il cameriere finisce il piatto davanti ai vostri occhi gettando la pasta, il formaggio e il pepe nel piatto e saltando gli ingredienti alla perfezione. Volete provare questo classico romano? Assicuratevi di prenotare in tempo, perché Felice tende ad essere prenotato con diversi giorni di anticipo.

Roma Sparita, Trastevere
Uno dei piatti di cacio e pepe più apprezzati a Roma, questo ristorante di Trastevere è diventato molto popolare dopo che il famoso chef e personaggio televisivo Anthony Bourdain ha visitato il locale nel 2011 nel suo show No Reservations, mostrando il modo unico di servire questo piatto classico: in una ciotola di parmigiano.

Da allora, alcuni ristoranti romani hanno iniziato a copiarlo, ma Roma Sparita è ancora uno dei migliori ristoranti romani di cacio e pepe. Un altro vantaggio: il ristorante ha una grande terrazza con ombrelloni, che si affaccia su una delle piazze più belle di Trastevere, il che lo rende un luogo perfetto per le calde giornate estive. Se volete assicurarvi un posto, assicuratevi di prenotare in anticipo, perché tende ad essere affollato.

Da Danilo
Questa trattoria nel quartiere dell’Esquilino offre la tipica atmosfera in stile romano: le tovaglie a scacchiera, i cartelli del menù alla lavagna scritti a mano e i piatti tradizionali le conferiscono un aspetto nostalgico e molto (familiare) amichevole.

La parte figa del loro cacio e pepe? I tonnarelli, l’olio d’oliva, il pepe, l’acqua, l’acqua e il pecorino si mescolano direttamente all’interno del formaggio stesso (è vero: hanno un grosso pecorino romano con un buco nel mezzo, e prima di servirvelo lanciano la pasta all’interno del formaggio). Questo garantisce una cremosità sorprendente e un grande sapore.